Nello stand ligure di VINITALY, degustazioni Hi-Tech

Torna MEMORvINO, sistema di tracciabilità che rafforza il rapporto tra produttore e wine lover

Per questa 53esima edizione di Vinitaly, in scena dal 7 al 10 aprile 2019, Enoteca Regionale della Liguria​ conferma, per il secondo anno consecutivo, la collaborazione con​ MEMORvINO​, sistema di degustazione tracciata che quest’anno adotterà anche Rete d’Impresa Vite in Riviera. Con MEMORvINO le degustazioni negli stand della “Liguria del vino” (Padiglione 12, Stand A4–B4 e D4) anche quest’anno andranno oltre l’esperienza fisica, proseguendo nel digitale e rafforzando il rapporto tra produttore e wine lover.

Come funziona MEMORvINO. Chi vorrà degustare i vini liguri dovrà registrarsi al banco degustazione di Enoteca e di Vite in Riviera comunicando i propri dati (nome, cognome, mail) e ricevendo in cambio dal produttore/sommelier dietro il banco, un bicchiere “intelligente”, dotato cioè di un piccolo bollino che identificherà il suo proprietario a ogni assaggio: sarà sufficiente passare il calice sul MEMORvINO   un piccolo apparecchio elettronico posto sul tavolo di degustazione – e scegliere, di volta in volta, il vino ligure da degustare, selezionandolo dall’elenco dei vini in fiera.

A fine evento​, ai produttori verrà fornito un ​database estremamente profilato​, relativo a “chi ha bevuto cosa” mentre ai visitatori verranno inviate leschede tecniche di tutti i vini degustati, comprensive dei ​riferimenti dettagliati dei produttori​.

La forza di MEMORvINO consiste quindi nel dare continuità alla degustazione​, fornendo dati che diversamente andrebbero persi e informazioni utili a tutti gli attori del wine tasting, nella prospettiva di stringere ​relazioni più forti, dirette e continuative​ (www.memorvino.wine​).

​ «MEMORvINO è un’occasione unica per produttori e consumatori, un modo per mantenere in contatto questi due mondi anche dopo il Vinitaly – ha dichiarato Marco Rezzano, presidente di Enoteca ligure – un servizio prezioso per Enoteca a fini statistici, perché ci consentirà di approfondire le scelte personali, di abbinare tipologie di vino a ogni target e mettere in atto, con i produttori, strategie commerciali».

«Quest’anno, oltre all’immagine coordinata con lo stand di Enoteca Regionale, a conferma ulteriore della compattezza del comparto vitivinicolo ligure, anche lo stand di Vite in Rivera adotterà MEMORvINO – ha dichiarato Massimo Enrico – un software che consente di avere a fine giornata un report preciso dei vini assaggiati e relativa scheda tecnica e nome dell’aziende, oltre a una profilazione precisa di quanti accederanno allo stand per l’assaggio dei vini. Insomma, un’eccezionale sistema di tracciabilità che fa bene al vino ligure».

La conferenza stampa sul programma di partecipazione di Enoteca ligure e Vite in Riviera a VIITALY 2019 è prevista per lunedì 1 aprile alle ore 12.00 presso la Sala della Trasparenza a Genova. Saranno presenti anche Giovanni Toti, presidente di Regione Liguria, e Stefano Mai, Assessore regionale all’Agricoltura.